Sito Ufficiale dell'Associazione "Tegnue di Chioggia" - ONLUS
 
   
 
 
 

Boa "Delfino Bianco - Free Diver"

 

 

Riferimento geografico: TM1

Lat. 45° 12.275’ N
Long. 12° 24.355’ E

 

UTM 33T WGS84
Est

296275

Nord 5008951

Lunghezza percorso: 150 mt. ca.

Sigla di riconoscimento: P

Questo sito di immersione si trova al centro dell'area più grande della Zona di Tutela Biologica. La realizzazione e la gestione dei percorsi subacquei è stata affidata ai circoli: "Delfino Bianco" - Oriago (Ve) e "Free Diver" - Porto Viro (Ro). L'affioramento roccioso fa parte di un complesso isolato ma vasto circa 40.000 mq. L'area rocciosa più interessante si trova sul versante Sud-Est dove le pendenze sono più forti e dove è stata posizionata la boa.
Il fondale circostante ha una profondità di circa 20 metri mentre le rocce raggiungono profondità di circa 17 metri nei punti più elevati. Dalla boa è possibile partire per esplorare la zona verso Nord, caratterizzata da spaccature dove trovano rifugio anche gronghi e corvine. Verso Sud invece, lungo la scarpata rocciosa, si trova un vasto "giardino" di Maasella edwardsi. Si tratta di un piccolo corallo molle (ottocorallo coloniale), privo di scheletro calcareo, apparentemente quasi insignificante per le piccole dimensioni e per il colore bruno-verde. Si tratta di una specie abbastanza rara e mai prima d'ora segnalata lungo le coste adriatiche italiane. Questo è l'unico sito, tra tutte le Tegnùe esplorate dai ricercatori, in cui è presente questa specie. Per questo è particolarmente importante proteggerla facendo molta attenzione. I subacquei dovrebbero avvicinarsi per ammirare i piccoli polipi espansi con molta cautela e rimanendo in assetto, senza appoggiarsi al fondale.
Rilievo batimetrico di Piero Mescalchin

La traccia dei percorsi non è stata verificata; si invita pertanto a comunicare eventuali variazioni riscontrate.

 

SPECIE PROTETTA

 
 
   
 
 
Associazione Tegnùe di Chioggia, onlus - Via Venturini, 72 - 30015 - Chioggia (Ve), Italy