Sito Ufficiale dell'Associazione "Tegnue di Chioggia" - ONLUS
 
   
 
 
 
 
 
 

Attività 2009 & Programmi 2010

4 dicembre 2009
Auditorium San Nicolò - Chioggia (Ve)



Regione Veneto


Controllo satellitare Area delle Tegnue di Chioggia

Servizio Televisivo RAI 3 Regione

Presidente - Piero Mescalchin
Eccoci come di consuetudine al riepilogo di quanto la nostra Associazione ha fatto nel corrente anno, il settimo dalla nostra fondazione.
Anno denso di significativi avvenimenti il più importante dei quali è stato la posa delle sei mede luminose che delimitano la zona più estesa delle Tegnue di Chioggia; ora l’area è più facilmente individuabile sia per chi la deve controllare, sia per chi la deve rispettare.
Il 2008 si era chiuso con grandi aspettative date dal finanziamento concesso dalla Regione Veneto a favore del Comune di Chioggia per la valorizzazione delle Tegnue. Non nascondo il notevole sforzo personale a tutti i livelli politici e non perché dall’ingente somma messa a disposizione a favore della valorizzazione delle Tegnue dell’Adriatico non venissero ignorate le nostre: Tegnue di Chioggia.
Gli effetti però, del finanziamento arrivato al Comune di Chioggia, non sono stati del tutto positivi; il miraggio dei fondi possibili ha confuso molti e mi ha fatto scoprire che alcuni ci accompagnavano per perseguire obiettivi diversi, altri invece veramente per amore del nostro Adriatico: solo questi sono ancora con noi.
Ho sempre evidenziato che la nostra Associazione è una onlus, cioè senza fini di lucro, basata esclusivamente sul volontariato; si dice testualmente nella nostra presentazione “l’intento è di portare progetti a chi ha il potere economico di realizzarli”. Ora è il Comune di Chioggia il diretto fruitore del finanziamento Regionale, noi siamo solo esecutori nelle sue mani.
A dicembre del 2008  una Convenzione con il Comune di Chioggia ci dava la gestione solo di una parte del finanziamento concesso dalla Regione e molte spese sono state fatte su precisa indicazione del Comune; avevamo così l’opportunità di continuare alcune attività intraprese come ad esempio la divulgazione alla quale sono particolarmente sensibile.
Altro lavoro indispensabile è stato la manutenzione delle boe in mare per ovvie ragioni di sicurezza e continuità nel servizio per il turismo subacqueo; abbiamo realizzato la pubblicazione di una “Guida delle Tegnue” con il duplice scopo di divulgare le regole di accesso all’area e aiutare il sub per una immersione sicura.
Accettando di aderire alla Convenzione con il Comune di Chioggia abbiamo dovuto sopportare una grossa esposizione economica per diversi mesi anticipando le spese sostenute e abbiamo potuto far fronte a tale onere solo con un affidamento bancario.

Boe di ormeggio
E’ con grande tristezza che si è dovuto procedere alla temporanea rimozione delle boe di attracco.
Voglio ricordare che le 11 boe di ormeggio sono state poste in mare su nostra richiesta alla Capitaneria di Porto di Chioggia e Venezia, alla Stazione di Segnalazioni Marittime “Mari Fari”, quindi la responsabilità di eventuali danni a cose e persone è totalmente nostra e principalmente nella persona del Presidente.
Dato che la convenzione era scaduta nei termini e data la necessità per le strutture in mare di continua manutenzione, ho chiesto al Comune di Chioggia garanzie per il futuro e di sollevare l’Associazione dalla responsabilità; non ricevendo nessuna risposta in merito, con decisione del Consiglio Direttivo dell’Associazione, sono state tolte.
E’ importante precisare che durante la scorsa stagione ben quattro boe sono andate alla deriva delle quali tre non più recuperate. Durante la stagione si era provveduto alla manutenzione, ma ormai sono in mare da più di cinque anni e hanno bisogno di una radicale manutenzione, anche nella struttura, per evitare di arrecare danni al subacqueo che sotto di esse si immerge.
 

Desidero infine ringraziare tutti indistintamente per il grande impegno dimostrato: da tutto lo staff, al Consiglio Direttivo, al Collegio dei Sindaci, al Comitato Tecnico e primi tra tutti i soci , senza il loro aiuto ora non potremmo continuare la nostra opera.
Abbiamo lavorato per tanti anni con estrema economia e parsimonia, in perfetta armonia, ora i cambiati equilibri hanno portato ad effetti negativi  e imprevisti, ma sono sicuro che passata la tempesta, continueremo più certi che mai a batterci per la salvaguardia delle “Tegnue di Chioggia” che ci offrono ad ogni immersione tanto spettacolo di forme e colori.
Non vedo per noi dell’Associazione un futuro facile, molti interessi e da più parti si stanno concentrando sotto il nome “Tegnue”. Vi prometto fin d’ora che da protagonisti o meno mi adopererò con tutte le mie forze perché non un solo euro venga sottratto al nostro obiettivo.
Vi ringrazio ancora una volta della fiducia concessami e spero di continuare a portare il mio contributo perché questo sodalizio continui il proficuo lavoro stimato da tutti.
Vi saluto con un caloroso simbolico abbraccio.
Giunga da parte mia e di tutta l’Associazione il più caloroso augurio di Felice Natale e Anno Nuovo a voi e alle vostre famiglie.


Presentazione del libro in streaming video
Video " Memorie di pescatori"
Video "Chioggia com'era"

Conclusione della ricerca triennale sulla storia della pesca
Presentazione del libro “Un altro mare” di T. Fortibuoni, O. Giovanardi, S. Raicevich  - I.S.P.R.A. Stazione di Chioggia.
Le interazioni tra uomo ed ambiente nel Mediterraneo dall’Epoca Romana al XIX secolo: una visione storica ed ecologica delle attività di pesca”.
Questa pubblicazione, rappresenta la parte conclusiva del progetto di ricerca “La storia della pesca in Alto Adriatico e Laguna di Venezia dalla caduta della Serenissima ad oggi: un’analisi storica ed ecologica” finanziato dalla Regione Veneto e promosso dall’Associazione “Tegnùe di Chioggia“ – onlus, e sviluppato in particolare da ISPRA.
Il testo raccoglie le informazioni provenienti da fonti storiche, archivistiche, pubblicazioni scientifiche e letteratura grigia. Da un lato descrive l’evoluzione delle attività di pesca in termini tecnologici e di imbarcazioni operanti nel Nord Adriatico ed in laguna di Venezia, dall’altro ricostruisce i cambiamenti che hanno subito le popolazioni marine in relazione a diverse forzanti antropiche e naturali. La finestra temporale presa in considerazione comprende due secoli, dal 1800 ad oggi.
I risultati hanno evidenziato come negli ultimi due secoli siano avvenuti cambiamenti significativi nella composizione della comunità ittica in Alto Adriatico, in particolare con la riduzione dell’abbondanza di specie particolarmente vulnerabili alla pesca quali gli squali e le razze e dei grandi predatori in genere.
Il testo è accompagnato da un DVD che raccoglie interviste a pescatori anziani, conoscenze ecologiche tradizionali, che permettono di ricostruire i cambiamenti intercorsi nelle marinerie e nelle catture dal dopoguerra in poi.


Scuola Primaria Bovolenta (Pd) - Scuola Primaria Casale di Scodosia (Pd)
Scuola Primaria Casalserugo (Pd) - Scuola Primaria E.de Amicis-Casalserugo (Pd)
Scuola Primaria Giovanni XXXII - Abano T. (Pd) - Scuola Primaria L. Radice - Bovolenta (Pd)
Scuola Primaria Pascoli -Abano T. (Pd) - Scuola Primaria Peraga (Ve)
Scuola Primaria Piombino Dese (Pd) Scuola Primaria Reggia dei Carraresi - Padova
Scuola Primaria Torreselle (Pd) - Scuola Primaria Treponti di Teolo (Pd)

Progetto scientifico divulgativo per le scuole di vario grado
dr.ssa Veronica Zanon - responsabile
Grande è stato l’impegno del nostro gruppo didattico che ha tenuto più di 50 lezioni in varie scuole coinvolgendo oltre 1.500 alunni delle elementari. Si spera di continuare anche nel prossimo anno distribuendo un nuovo kit per i bambini abbinato ad un DVD.
La sezione didattica dell’Associazione “Tegnùe di Chioggia” si è costituita nel 2004 ed è formata da biologi e naturalisti che lavorano presso enti di ricerca.
L’obiettivo della sezione è quello di divulgare la conoscenza dell’ambiente “Tegnùe” alla società: scuole, club subacquei, cittadinanza, turisti. Il team si è organizzato per preparare seminari e lezioni in PowerPoint, da svolgersi con supporti informatici, predisposti per diversi livelli di complessità e di approfondimento, studiati appositamente per le varie tipologie di utenze.
Per il prossimo futuro è nostra intenzione allargare l’interesse a tutte le province del Veneto e non solo alle scuole elementari, ma anche alle scuole medie inferiori e superiori.


Tegnue Expert Diver - 2009


Quinto corso “Tegnue Expert Diver” – 2009
Alfredo Guerra – responsabile  Comitato Tecnico
Anche nel  2009 abbiamo avuto risultati positivi per quanto riguarda la registrazione delle immersioni attraverso l’invio di un SMS, anche se sappiamo che ancora molti non hanno aderito al regolamento emanato con il quale si chiedeva di segnalare la presenza sulle boe predisposte per l’attracco.
Il “Tegnue Expert Diver”  è giunto al quinto anno, avendo incontrato grande consenso, sarà ripetuto anche nel 2010 con inizio a maggio  e termine alla prima settimana di giugno.
Ai già brevettati anche in questo corso sarà data l’opportunità di partecipare a condizioni economicamente più vantaggiose per aggiornamento.
Ricordiamo che il nostro Adriatico è un mare molto particolare, che ha bisogno di essere conosciuto per apprezzarne a pieno l’altissima valenza naturalistica, perciò le basi di biologia date ai nostri corsisti sono fondamentali.
Un particolare ringraziamento al nostro gruppo di biologi grandi ricercatori e conoscitori dell’ambiente delle Tegnue di Chioggia per la preziosa collaborazione.
Arrivederci dunque al prossimo corso ricordando che la partecipazione per ragioni tecniche oltre al numero chiuso è riservata ai soli subacquei esperti. Vi invito a visitare il nostro sito www.tegnue.it sia per le modalità di iscrizione sia per la data.           

Attività
E’ continuata con successo la sperimentazione del regolamento di accesso che permette il controllo del traffico subacqueo; sul nostro sito www.tegnue.it troverete i dettagli anche sulla “Guida alle Tegnue di Chioggia” pubblicata interamante in PDF in tre lingue con tutte le caratteristiche dei percorsi subacquei delle varie zone
Continua la preziosa collaborazione
con i Club subacquei del Veneto, di differenti didattiche e federazioni, che si sono impegnati per la costruzione e la manutenzione dei percorsi subacquei atti ad accompagnare il sub nei posti migliori e in completa sicurezza. Questa operazione ha coinvolto un altissimo numero di subacquei che stanno ancora collaborando con la nostra Associazione.
Costante è stata la presenza sulla stampa, su riviste specializzate e sulle reti televisive, locali e nazionali.
Si può vedere la sezione: rassegna stampa e rassegna TV sul nostro sito.
Anche quest’anno è stato ricco di manifestazioni e convegni che hanno permesso all’Associazione di promuovere la conoscenza delle Tegnùe di Chioggia; vi elenco i più importanti: 

Servizio televisivo in streaming video

Balletto in streaming video "Donne di Chioggia"
 
Balletto in streaming video "De aqua"

Sito Internet
E’ sempre costantemente aggiornato il sito Internet www.tegnue.it ; chi non fosse stato presente alla serata “Mare: ambiente, storia, arte” può visionare in streaming video i vari interventi.  La rassegna stampa è sempre aggiornata con  servizi giornalistici e televisivi.

Varie
Anche per il prossimo anno l’Associazione Albergatori di Chioggia ha aderito in blocco alla nostra Associazione con oltre 50 soci che invito a richiedere eventuale materiale fotografico e divulgativo sull’ambiente delle Tegnue messo a disposizione gratuitamente.
Sono disponibili, sempre pubblicati nel nostro sito www.tegnue.it , i nomi dei Diving accreditati che daranno ai soci un trattamento di favore, unitamente ad alberghi e negozi (sconti).
E’ aggiornata la pagina nel nostro sito internet per segnalare chi, oltre alla quota associativa, ha contribuito e contribuirà con una elargizione a finanziare le attività della nostra Associazione.

5X1000 alle Associazioni
Per la prossima dichiarazione dei redditi vi ricordo il nostro:

Codice Fiscale 91014530272

DVD e libro “Le Tegnue, nel mio mondo”
E’ ancora disponibile  a tutti i soci che rinnovano la quota associativa (€15,00) con una piccola donazione aggiuntiva (€.10,00) sarà inviato assieme al bollino 2010 un DVD in un elegante cofanetto “Il mare di Chioggia: ieri e oggi” con i più significativi video su Chioggia e le sue Tegnùe. E’ stato inserito nel DVD il famoso documentario di Giovanni Comisso “Gente di Chioggia” del 1940.
Il libro “Le Tegnue il mio Mondo” è sempre disponibile con una donazione di €. 30,00 (+ €. 5,00 per spese di spedizione). Suggerisco a tutti di farne dono agli amici amanti del mare e della fotografia   

Rinnovo Quota
Abbiamo allegato un bollettino postale per il rinnovo della quota associativa per l’anno 2010, abbiamo mantenuto la quota associativa minima a €. 15,00 (quindici)
. Riteniamo opportuno esentare dal pagamento per il nuovo annuo chi si è associato dopo il 30 settembre 2009.
Vi ricordiamo le coordinate postali e bancarie:

*Coordinate Postali:

C/C postale N°47578539 intestato a - Associazione “Tegnue di Chioggia” – onlus.

Coordinate Bancarie:

IBAN  IT 41 N 08728 20901 000000117420

* Nel caso di pagamento via C/C postale l’eventuale causale deve essere scritta sul fronte del bollettino, non sul retro, perche il retro non viene trasmesso.

 

- P.S. Vi invitiamo a visitare il nostro sito Internet www.tegnue.it in continuo aggiornamento e vi chiedo ancora una volta di inviarci il vostro indirizzo e-mail per facilitare le comunicazioni. Molti di voi hanno cambiato indirizzo, per registrare il nuovo basta un messaggio a tegnue@tegnue.it

 

     
 
   
 
 
Associazione Tegnùe di Chioggia, onlus - Palazzo Morari - 30015 - Chioggia (Ve), Italy